Cento colori, cento suoni…il bosco Toggle

VAI AL MODULO

PRENOTA UNA VISITA:

Vai al modulo di richiesta…

Laboratori didattici sul bosco

Nei secoli l’uomo ha tagliato alberi via via che avvertiva la necessità di legname o di nuove terre da coltivare: il paesaggio delle pianure e delle colline si è così trasformato, perdendo buona parte della sua copertura boschiva. Le faggete, che in Appennino incontrano le condizioni climatiche ideali fra gli 800 e i 1800 metri, hanno risentito meno di questi cambiamenti, trovandosi (salvo alcune interessanti eccezioni) in aree che, per la loro altitudine, non erano interessate dall’attività umana. I boschi della Riserva hanno mantenuto un buon grado di naturalità e di biodiversità, cioè essi sono formati da molte specie diverse e di diversa età; salvaguardarli ha un’importanza non solo scientifica e culturale ma anche biologica ed economica. Sempre più diffusa è la consapevolezza che la tutela dell’ambiente che ci circonda sia fondamentale per la qualità della nostra vita; è altrettanto facile constatare però quanto la conoscenza di tale ambiente sia scarsa. Spesso i giovani ed in particolare i bambini, avendo sempre abitato in città, conoscono degli ambienti naturali solamente ciò che viene offerto loro dalla televisione, per cui le lontane savane africane diventano più familiari delle vicine faggete appenniniche. La Riserva vuole offrire opportunità per esperienze formative ed emotive che consentano di creare o approfondire il legame personale con il mondo naturale, promuovendo consapevolezza e senso di responsabilità verso il proprio ambiente.

Obiettivi:

Sensibilizzare gli utenti sull’importanza degli ambienti naturali, della biodiversità e delle aree protette come strumenti di tutela delle specie e degli habitat che rischiano di scomparire. Promuovere il senso di appartenenza al proprio territorio; valorizzare creatività, interesse e conoscenza del bosco anche sviluppando con questo un rapporto personale di tipo emotivo.

Perché proprio qui?

Perché qui ci sono …vaste e suggestive faggete; le tassete studiate e gestite con progetti europei (Life Natura); i segni lasciati nel bosco da antichi mestieri come quelli delle carbonaie, del taglio e del trasporto della legna; le piante rare delle rupi umide e… le orme dei grandi mammiferi come il lupo e l’orso.

Programma tipo

Programma tipo per la giornata intera

Ore 9.00 arrivo
Ore 9.15 visita all’Ecomuseo
Ore 11.00 merenda
Ore 11.30 escursione sentiero natura
Ore 13.00 pranzo a sacco (a cura dei partecipanti)
Ore 14.00 laboratorio didattico
Ore 17.00 rientro

Programma tipo per la mezza giornata

Ore 9.00 arrivo
Ore 9.15 visita all’Ecomuseo
Ore 11.00 merenda
Ore 11.30 escursione sentiero natura
Ore 13.00 pranzo a sacco (a cura dei partecipanti)

Oppure

Ore 9.00 arrivo
Ore 9.15 passeggiata sul sentiero natura
Ore 11.00 merenda
Ore 11.30 laboratorio didattico
Ore 13.00 pranzo al sacco

Laboratori didattici e creativi

La forma delle foglie

Attività sulla forma delle foglie, per cogliere la diversità di queste strutture, attraverso varie tecniche di osservazione.

Si preparerà un erbario con varie foglie che raccoglieremo lungo il sentiero.
Verrà attivato un Laboratorio sulla germinazione e la funzione delle foglie e delle attività grafiche-creative con i materiali raccolti.

Le piante del bosco

Come riconoscere le varie specie di piante che compongono il bosco.

Si procederà alla costruzione di un mini erbario con le foglie secche raccolte lungo il sentiero. Costruiremo il Metranno, un semplice strumento per risalire all’età delle piante.
Si studieranno i piccoli organismi che vivono nella vegetazione e si costruirà un succhiainsetti, un semplice strumento per catturare vivi i nostri amici insetti.
Il tutto per osservare e apprezzare l’intreccio ed il legame in- dissolubile tra la fauna invertebrata e le piante del bosco.

Un giorno nel Mondo delle Api

Alla scoperta dell’antica arte del- l’apicoltura e del misterioso ed articolato mondo delle api, una delle più antiche attività del territorio.

L’incontro con le api suscita sempre attenzione e ammirazione per questi insetti tanto perfetti e tanto “pericolosi”.
Nelle api, si racchiudono i valori di solidarietà, di cooperazione, di amore verso i nuovi nati, di rispetto nei confronti delle autorità e delle regole (anche se con alcuni colpi di coda), di laboriosità.
L’incontro prevede la visione di un documentario sulle api, sul mondo che le circonda e sulla loro struttura sociale. Verranno mostrate le semplici attrezzature per ricavare miele ed altri prodotti dell’alveare.
Attraverso un’arnia trasparente osserveremo l’interno dell’alveare in modo che le nozioni prima viste in celluloide si materializzino.
Il laboratorio si concluderà con la produzione di candele di cera d’ape da tenere come ricordo dell’esperienza.

I COSTI

Il costo per le attività didattiche di una giornata intera è di € 150,00 IVA inclusa per ogni gruppo di 25 studenti, le attività saranno svolte da personale qualificato con pluriennale esperienza.
La quota comprende:
ingresso alla Riserva e ingresso all’Ecomuseo, guida naturalistica, attività laboratoriali e materiale di supporto.

Sarà possibile, prolungare le attività nelle ore serali, dopo la cena al rifugio Lo Schioppo, con un’escursione guidata all’ascolto e all’osservazione dei rapaci notturni.
Il costo della cena è di € 10,00 per ogni alunno (il/gli accompagnatori saranno nostri ospiti). La visita guidata notturna prevede, inoltre un supplemento di
€ 50,00 per l’intero gruppo.

Il costo per le attività didattiche di mezza giornata è di € 110,00 IVA inclusa per ogni gruppo di 25 studenti, le attività saranno svolte da personale qualificato con pluriennale esperienza.
La quota comprende: guida naturalistica, attività laboratoriali e materiale di supporto.
Tutte le attività verranno concordate secondo le esigenze didattiche, e potranno subire variazioni a seconda delle condizioni climatiche.

ALTRI PERCORSI

L'ACQUA

Cento …spruzzi:

Segui il percorso tematico…

IL PAESAGGIO

Cento…occhi:

Segui il percorso tematico…

ShutDown