Cento occhi…il paesaggio Toggle

VAI AL MODULO

PRENOTA UNA VISITA:

Vai al modulo di richiesta…

Laboratori didattici sulle trasformazioni del paesaggio

Nel paesaggio non c’è cosa senza perché. I boschi hanno più spazio nei luoghi in cui l’uomo non può coltivare: pendii, pietraie, terreni franosi. Le città non sono disposte a caso: affiancano le sorgenti d’acqua, cercano solide rocce per le fondazioni e la difesa. Ogni forma visibile è la risposta a un insieme di forze e di necessità. I boschi hanno più volte ricoperto e abbandonato questi monti, sostituiti da pascoli e coltivazioni; e così anche gli abitati, nelle fasi storiche in cui era difficile difendersi nei fondovalle, sono saliti in alto, per poi ridiscendere nei periodi più tranquilli. Tutto cambia ma ogni cambiamento lascia tracce che si sovrappongono alle precedenti. Un paesaggio però non è solo un insieme di elementi concreti -rocce, vegetazione, animali, città, fabbriche, colture, pascoli; esso è anche legato alla percezione, a come noi lo vediamo e rappresentiamo. E la percezione che ne hanno i suoi abitanti è diversa da quella che ne hanno quegli uomini che sono di passaggio, “esterni” ad esso: letterati, scienziati, militari, pellegrini, viaggiatori… Questi punti di vista diversi creano per ogni paesaggio una immagine complessa e a volte mitica.

Obiettivi:

Suggerire chiavi di lettura per decodificare i “segni” del paesaggio. Favorire la capacità di analisi e comprensione dei luoghi. Acquisire maggiore conoscenza delle risorse ambientali e storico – culturali.

Perché proprio qui?

Perché qui ci sono …paesaggi per tutti gli occhi. Vette aspre e sassose, pendii coltivati, incisioni scavate dall’acqua dei torrenti e strade ferrate che scompaiono nelle gole. E sulla collina anche il fantasma della Morino di un tempo.

Programma tipo

Programma tipo per la giornata intera

Ore 9.00 arrivo
Ore 9.15 visita all’Ecomuseo
Ore 11.00 merenda
Ore 11.30 escursione sentiero natura
Ore 13.00 pranzo a sacco (a cura dei partecipanti)
Ore 14.00 laboratorio didattico
Ore 17.00 rientro

Programma tipo per la mezza giornata

Ore 9.00 arrivo
Ore 9.15 visita all’Ecomuseo
Ore 11.00 merenda
Ore 11.30 escursione sentiero natura
Ore 13.00 pranzo a sacco (a cura dei partecipanti)

Oppure

Ore 9.00 arrivo
Ore 9.15 passeggiata sul sentiero natura
Ore 11.00 merenda
Ore 11.30 laboratorio didattico
Ore 13.00 pranzo al sacco

Laboratori didattici e creativi

ScattINatura

Passeggiata all’insegna dell’osservazione e della lettura del percorso attraverso la fotografia naturalistica.

Verranno fornite le nozioni fondamentali per utilizzare correttamente la macchina fotografica per catturare immagini in natura. Fondamentali saranno le indicazioni su come avvicinare i soggetti senza disturbarli e/o danneggiarli nell’ottica che il fotografo naturalista non deve inseguire la foto ad ogni costo ma sempre nel rispetto degli animali e delle piante scelte come soggetto.
Un viaggio nella fotografia che ci permetterà di riportare indietro ricordi ed emozioni della nostra escursione.

La terra trema…paesaggio che cambia

Le attività proposte aiuteranno a comprendere gli effetti del terremoto, la natura del fenomeno, le possibilità per diminuirne i rischi.

Il campanile di Morino Vecchio sembra il pastore di cui ci racconta Ignazio Silone nel suo romanzo Fontamara, un pastore alla guardia di un gregge di pecore fuggito in una fredda mattina di gennaio del 1915. Morino Vecchio è un luogo della memoria, racconta le persone che lo hanno abitato e trasformato, appartiene alla storia di quella comunità che si è dovuta spostare più a valle per continuare a vivere.
Case, chiese, strade e piazze distrutte in pochi secondi. Quello che resta, con le sue mura diroccate e i mucchi di macerie, è un luogo simbolo: del trascorrere rapido del tempo, della forza della Natura, della instabilità di quello che l’uomo costruisce.

I COSTI

Il costo per le attività didattiche di una giornata intera è di € 150,00 IVA inclusa per ogni gruppo di 25 studenti, le attività saranno svolte da personale qualificato con pluriennale esperienza.
La quota comprende:
ingresso alla Riserva e ingresso all’Ecomuseo, guida naturalistica, attività laboratoriali e materiale di supporto.

Sarà possibile, prolungare le attività nelle ore serali, dopo la cena al rifugio Lo Schioppo, con un’escursione guidata all’ascolto e all’osservazione dei rapaci notturni.
Il costo della cena è di € 10,00 per ogni alunno (il/gli accompagnatori saranno nostri ospiti). La visita guidata notturna prevede, inoltre un supplemento di
€ 50,00 per l’intero gruppo.

Il costo per le attività didattiche di mezza giornata è di € 110,00 IVA inclusa per ogni gruppo di 25 studenti, le attività saranno svolte da personale qualificato con pluriennale esperienza.
La quota comprende: guida naturalistica, attività laboratoriali e materiale di supporto.
Tutte le attività verranno concordate secondo le esigenze didattiche, e potranno subire variazioni a seconda delle condizioni climatiche.

ALTRI PERCORSI

L'ACQUA

Cento …spruzzi:

Segui il percorso tematico…

IL BOSCO

Cento…colori, odori, suoni, rumori:

Segui il percorso tematico…

ShutDown